Aviva Community Fund

Rocking Motion partecipa al Bando Aviva presentando un progetto di riqualificazione urbana e ambientale del cortile scolastico della Scuola “Aristide Gabelli” di Treviso.
 
Un progetto a beneficio dei bambini e, più in generale, delle future generazioni, dell’aria e dell’ambiente che lasceremo loro in eredità.

Foto-Aviva-Bimbi

Descrizione del Progetto:
 
PM10FREE4SCHOOL è un progetto di riqualificazione urbana e ambientale del cortile scolastico della Scuola “Aristide Gabelli” di Treviso, consistente nella piantumazione di Green Walls e verde urbano. Un progetto a beneficio dei bambini e più in generale delle future generazioni, dell’aria e dell’ambiente che lasceremo loro in eredità.
Viviamo avvolti da un’aria irrespirabile. Non si tratta di una metafora ma della triste realtà di numerose città venete, in particolare di Treviso. I fattori morfologici e climatici della zona, uniti a fattori inquinanti esterni (in particolare combustioni di biomassa legnosa), rendono Treviso, soprattutto nel periodo invernale, una valle irrespirabile, in grado di competere con le metropoli più inquinate del mondo per il primato di “aria peggiore”. Tra le varie cause, una delle più note e pericolose è rappresentata dalle elevate concentrazioni di polveri sottili, altresì definite particolato o PM.
 
Tale situazione di estrema gravità per la salute di tutta la popolazione risulta ancor più preoccupante per i bambini, soggetti più sensibilmente esposti dato il sistema immunitario non ancora formato. Di rado l’aria viene considerata quale elemento centrale su cui progettare attività di riqualificazione urbana per la sua caratteristica immateriale che ne rende meno tangibile l’importanza. Essa è però componente essenziale per la VITA ed in particolare per la vita umana, la sua salvaguardia è quindi fondamentale.
 
Rocking Motion è impegnata dal 2015 anche nello sviluppo di progetti ambientali che hanno al centro proprio l’elemento “aria”. Ricerche ed approfondimenti in merito sono portati avanti dai singoli soci ancor prima della costituzione dell’associazione stessa.
 
Il Progetto TREVISOPM10FREE nasce dalla volontà di Rocking Motion di smuovere le coscienze della cittadinanza su tematiche fondamentali di benessere ambientale che coinvolgono ogni individuo, indiscriminatamente, ma che risultano ad oggi ancora sconosciute e non percepite nella loro gravità oggettiva.
 
Dall’interesse manifestato per la tematica da parte del Comitato Genitori della Scuola Gabelli prende forma il progetto PM10FREE4SCHOOL, coinvolgente gli alunni e gli insegnanti della scuola trevigiana e volto ad approfondire il tema dell’inquinamento dell’aria, nonché a porre in essere, mediante la collaborazione strategica di Moving School 21 Associazione Onlus, attività di co-progettazione e co-realizzazione da parte degli alunni di soluzioni atte a migliorare l’ambiente circostante.
 
Il progetto PM10FREE4SCHOOL ha due obiettivi:
1.Sensibilizzazione degli studenti sulla problematica dell’inquinamento da polveri sottili.
2. Co-progettazione e co-realizzazione di soluzioni strategiche, tra cui la piantumazione di Green Walls e inverdimento dei muri di cemento del cortile,riqualificazione dell’orto didattico,mediante il lavoro sinergico di Rocking Motion e Moving School 21,con il coinvolgimento di alunni, corpo insegnanti e genitori.
 
Gli obiettivi verranno realizzati nel corso dell’anno scolastico con incontri mensili: all’approfondimento teorico/scientifico fornito da Rocking Motion anche mediante laboratori interattivi indoor e outdoor si unirà il contributo di Moving School 21 che,mediante i suoi professionisti,svilupperà proposte concrete riferite alla trasformazione degli spazi della scuola, in particolare il cortile scolastico.
 
Sia la co-progettazione che la realizzazione delle opera coinvolgerà studenti, genitori e personale della scuola che verranno chiamati a definire le trasformazioni del cortile secondo un percorso di esplorazione e analisi della situazione attuale, per arrivare ad immaginare soluzioni che saranno disegnate, restituite con un plastico e simulate nel giardino nel corso di una festa aperta anche alla cittadinanza, nonché, successivamente,concretamente realizzate.Si curerà la formazione di insegnanti e adulti in genere perché possano gestire in maniera autonoma parti del progetto anche nell’ottica della manutenzione.
 
IL PROGETTO NON E’ STATO FINANZIATO.
CI RIPROVEREMO :)

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *